AlpinismoAlta quota

Invernale al Batura Sar. Ufficializzati i nomi del team polacco

Grande assente Adam Bielecki

Manca meno di un mese alla partenza del team polacco che, in preparazione alla spedizione del prossimo inverno al K2, tenterà nei prossimi mesi la prima salita invernale del Batura Sar (7.795 m) nel Karakorum estremo occidentale. Un comunicato diffuso negli scorsi giorni dal Polski Himalaizm Zimowy (PHZ, programma alpinistico invernale polacco), fornisce finalmente indicazioni più certe sui componenti della spedizione.

In Pakistan voleranno in totale 8 alpinisti. Capospedizione sarà Piotr Tomala, capo del PHZ. Rafał Fronia rivestirà il ruolo di vice capo della spedizione. Accanto a loro troveremo Wojciech Flaczyński , Filip Babicz, Mariusz Hatal, Krzysztof StasiakMarco Schwidergall e Oswald Rodrigo Pereira, come film maker. Non compare, a sorpresa, il nome di Adam Bielecki, inizialmente vociferato come membro del team.

Partenza dunque prevista per metà gennaio. Rientro per la prima metà di marzo 2020.

Come dichiarato da Tomala, “il Batura rappresenta un obiettivo molto interessante. È un 7000 poco esplorato. Questo ci permetterà di metterci alla prova a un’altitudine di quasi ottomila metri, in condizioni invernali difficili”. Nelle ultime settimane il team si è allenato sui Tatra. “Posso assicurarvi che gli alpinisti che voleranno in Pakistan tra un mese sono sani e in ottima forma”.

La storia alpinistica del Batura Sar

Il Batura Sar rappresenta la 25a cima del mondo e la vetta più alta delle Batura Muztagh, nel Nord del Pakistan, tra il distretto di Gilgit e la valle di Hunza. Le prime informazioni relative a questo settemila risalgono al 1954, piuttosto tardive.

Nel 1959 una spedizione tedesca tentò di compierne la prima ascesa. Sfortunatamente tutti i membri morirono travolti da una valanga. La cima fu raggiunta per la prima volta nel 1976, il 21 maggio da Hubert Bleicher, il 30 giugno da Herbert Oberhofer. Un unico tentativo di ascesa invernale è stato invece compiuto nel 1981, ad opera di una spedizione austriaca.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Close
Back to top button
Close