AlpinismoAlta quota

Denis Urubko, cresce la motivazione verso il K2

Partito dall’Italia lo scorso 11 dicembre, Giornata Internazionale della Montagna, Denis Urubko è atterrato in Pakistan, dove si è riunito con i suoi compagni di spedizione: Don Bowie e Lotta Nakyva.

Un incontro che sembra aver dato ulteriore energia all’alpinista russo e che lo ha motivato non solo a portare a casa l’obiettivo principale, l’invernale del Broad Peak, ma anche la ciliegina sulla torta, ossia il K2. “Perché no?” si chiede Denis, ricordando come gli allenamenti per la spedizione si siano rivelati proficui.

Un’onda piacevole nel cuore”, la descrive Urubko, che ha infuso fiducia nel poter fare di più e superare quello che per il russo era un rifiuto dopo la spedizione del 2018, che aveva trasformato il K2 in “un’astrazione a cui non volevo rivolgere più lo sguardo”.

Le cose ora sembrano cambiate grazie alla motivazione e coesione del gruppo, che ieri mattina ha ritirato i permessi di scalata per entrambe le montagne.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close