Alta quota

Bye bye Nemjung, terminata la spedizione di Farina, Secchi e Majori

“Bye bye Nemjung” scrive Marco Farina sulla sua pagina Facebook. “Purtroppo niente di fatto su questa bellissima montagna, troppi rischi e troppa neve”.

Partito lo scorso settembre, insieme a Marco Majori e Federico Secchi, il gruppo si è subito portato ai piedi di questa montagna poco nota e conosciuta. Con i suoi 7140 metri il Nemjung, posizionato tra il massiccio del Manaslu e quello dell’Annapurna, è una montagna su cui si sono cimentati in pochissimi. Solo due spedizioni, a oggi, ne hanno raggiunto la vetta e nessuna era ancora passata lungo l’elegante spigolo nord, quello che era l’obiettivo della cordata italiana. “Alla fine siamo arrivati a una quota di circa 5800 metri, decidendo che non era il caso di continuare” spiega Farina. “Le condizioni non erano ottimali, ma soprattutto c’erano delle cornici lungo la cresta che rendevano il tutto molto pericoloso.

Autunno sfortunato per molte spedizioni himalayane, a partire da quelle di Bargiel e Jornet all’Everest per arrivare al tentativo italo-svizzero sul Pangpoche. Stagione ricca di neve a rendere instabili e pericolose le montagne. Fa parte del gioco. In fondo, come dicono molti, il viaggio è quel che veramente conta. “Il trek per arrivare ai piedi del Nemjung è bellissimo” prosegue Marco. “Zero turisti, villaggi tradizionali, popolazione ospitale e viva. Quando poi si arriva alla montagna, è bellissima”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close