• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Nanga Parbat: i francesi verso campo 4, iniziato il tentativo di vetta. Poi si scende con gli sci

 Tiphaine e Boris in vetta allo Spantik. Foto Facebook Tiphaine Duperier Tiphaine e Boris in vetta allo Spantik. Foto Facebook Tiphaine Duperier

L’avevamo detto che sarebbero arrivati ben acclimatati al Nanga Parbat gli sciatori francesi Tiphaine DuperierBoris Langenstein, tant’è che in poco tempo sono già pronti per tentare la vetta della montagna salendo lungo la via Kinshofer.

Di loro non si sapeva più nulla dai i primi giorni di giugno, quando dopo aver raggiunto la vetta dello Spantik (7027 m) ne avevano sciato le pendenze, realizzando quella che dovrebbe essere con tutta probabilità la prima discesa dalla montagna.

“Ora tocca al Nanga Parbat, lì i giochi saranno diversi. Al lavoro” scriveva Tiphaine sui suoi social annunciando la buona riuscita della prima parte della spedizione. Aveva ragione, il Nanga è tutt’altro, bastano già quei circa mille metri in più a far capire la differenza, ma non solo. Sono i versanti, le pendenze. È la storia di chi si è avvicendato su questo colosso dell’Himalaya a rendere tutto diverso.

Al momento la loro è l’unica squadra attiva sulla montagna. Cala Cimenti e compagni riposano al campo base in attesa di ricominciare a salire, anche per loro però, come per Nirmal Purja, il giorno della partenza verso i campi alti dovrebbe ormai essere vicino.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.