• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Howse Peak. Nello smartphone di Jess Roskelley la foto in vetta con Hansjörg Auer e David Lama

Hansjorg Auer, David Lama, Jess Roskelley, Howse Peak, Banff National Park, Canada, Parks CanadaLa foto in vetta all’Howse Peak – Foto Instagram @Jess Roskelley

Hansjorg Auer, David Lama e Jess Roskelley sarebbero stati investiti dalla valanga fatale durante la fase di discesa, dopo aver raggiunto la vetta dell’Howse Peak.

Queste le dichiarazioni dei funzionari di Parks Canada rilasciate lunedì nel corso di una conferenza stampa.

Stando alle ricostruzioni della dinamica dell’incidente, i tre alpinisti avrebbero iniziato la salita la mattina del 16 aprile lungo la via M-16 (VI WI7+ A2), linea salita per la prima volta da Steve House, Scott Backes e Barry Blanchard e che non era mai stata ripetuta. Raggiunta la vetta alle 12.30 circa avrebbero poi intrapreso la discesa lungo la parete Est dell’Howse Peak.

Il Direttore della Sicurezza dei Visitatori di Parks Canada Brian Webster ha dichiarato che al momento della salita, il bollettino valanghe della zona segnalava potenziale pericolo per “condizioni primaverili, il che significa “pericolo variabile che può andare da basso ad alto”.

Da mercoledì, giorno di inizio delle ricerche, il rischio è andato via via crescendo. Gli elicotteri della Alpine Helicopters, che per primi hanno avviato le perlustrazioni, sono riusciti a localizzare il punto dell’incidente. Nella giornata di sabato è stata effettuata una perlustrazione via terra da parte di un ricercatore, che è rimasto ancorato a un elicottero tramite la long-line in modo tale da poterlo evacuare immediatamente in caso di ulteriori distacchi. Domenica sono stati trasportati in elicottero nella medesima zona un cane da valanga e il suo addestratore, responsabili del ritrovamento dei corpi.

Nel telefono di Roskelley, recuperato insieme ai corpi, è stata ritrovata una foto del trio in vetta, diffusa dalla famiglia di Jess sul suo account Instagram. Eccoli uniti e sorridenti, con alle spalle nient’altro che il cielo blu. Orario del timestamp: 12.43.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“Mountains help me navigate what is most important to me. They balance the chaos that is regular life. Balance is what I strive to accomplish in climbing – a balance of life, love and mountains. Alpine climbing is a life-long commitment. I live and breathe it.” – Jess Roskelley • The response we’ve received from the climbing community and the myriad of family, friends, acquaintances and The North Face team has been unbelievable. Our deepest condolences go out to the families of David Lama and Hansjörg Auer. Jess looked up to the two of them and was so excited to climb with them. • “By endurance, we conquer.” • Love Alli, John, Joyce, Jordan and Dawn Roskelley

Un post condiviso da Jess Roskelley (@jessroskelley) in data:

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Allora, se ci sono le prove fotografiche…..niente future polemiche e negazioni dell’impresa.Anzi, purtoppo, il Loro ricordo si affievolira’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.