News

Il Parco delle Alpi Marittime alla ricerca di scatti dei ghiacciai alpini per un progetto di fotografia comparativa

Il Parco Naturale delle Alpi Marittime ha dato il via ad una ricerca di fotografie scattate dagli escursionisti ai ghiacciai presenti nel territorio di sua pertinenza, per effettuare dei confronti con immagini d’epoca e ricostruire dunque l’evoluzione di queste masse di ghiaccio sofferenti a causa del riscaldamento globale.

Sarà così possibile comprendere come siano, ad esempio, cambiati negli anni il Canalone di Lourousa, il ghiacciaio pensile del Gelas e quelli della Maledia e del Clapier.

“Alcotra Cclimatt”, il progetto nell’ambito del quale è stata promossa questa iniziativa, ricorda “Sulle tracce dei ghiacciai”, progetto fotografico-scientifico che ha visto impegnati dal 2009 diversi fotografi specializzati, tra cui l’italiano Fabiano Ventura, accanto a un team di scienziati glaciologi per analizzare, attraverso la tecnica della fotografia comparativa, gli effetti dei cambiamenti climatici sulle principali catene montuose del Pianeta nell’arco di 100 anni. Alcuni spettacolari scatti di Ventura, collezionati nel corso delle sue spedizioni in Karakorum (2009), Caucaso (2011), Alaska (2013), Ande (2016) e Himalaya (2018), sono stati inseriti nel Calendario Epson 2019.

Il Parco delle Alpi Marittime non chiede invece aiuto a fotografi professionisti ma a chiunque abbia immortalato i giganti di ghiaccio durante le proprie escursioni.

Di seguito le istruzioni per partecipare al progetto:

1) Cerca in archivio le immagini che immortalano i ghiacciai delle Alpi Marittime.

2) Se le tue foto sono stampate, fotografale con il telefono oppure (meglio!) scansionale in alta definizione (600 dpi) e rinomina il file così:

anno_mese_ luogo_autore

(es.: 1973_ottobre_Lourousa_PincoPallo)

Se la fotografia è digitale, scegli il file con la risoluzione migliore e rinominalo come spiegato qui sopra.

3) Invia i file con una mail o, se sono pesanti, con wetransfer, a info@parcoalpimarittime.it e nell’oggetto della mail scrivi: CCLIMATT-storia di un ghiacciaio, unitamente alla liberatoria (scarica la liberatoria) debitamente compilata e firmata.

La scadenza per l’invio delle fotografie è il 30 aprile 2019.

Le foto inviate contribuiranno ad approfondire la conoscenza del territorio e saranno alla base della realizzazione di molteplici iniziative di divulgazione, tra cui una mostra e un volume sul clima e sui ghiacciai delle Alpi Marittime, una cui copia sarà regalata ad ognuno degli autori degli scatti.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close