• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Primavera in Himalaya: per la sesta volta Sung-Taek Hong sfida la parete sud del Lhotse

lhotse, parete sud lhotse, alpinismo, himalaya

Il sudcoreano Sung-Taek Hong tornerà per la sesta volta a tentare l’imponente parete sud del Lhotse, lo farà per la prima volta in primavera.

Anche quest’anno con lui ci sarà l’asturiano Jorge Egocheaga, compagno di spedizione già nell’autunno scorso. Assieme a loro l’alpinista kosovara Uta Ibrahimi, la cinese He Jing, il colombiano Gabriel Morant e i sudcoreani Nak-Jong, Sung-Hong Wang Zhong, Jin-Woo Kwon, Jae-Chul Kim e Sung-Woo Jo. A cui si aggiungono gli sherpa che forniranno assistenza.

L’obiettivo è salire i 3300 metri di parete che separano il campo base alla vetta lungo una variante della via che Jerzy Kukuczka stava salendo quando è morto il 24 ottobre 1989 per la rottura di una corda a 8200 metri.

La sud del Lhotse, tentata da alcuni dei più forti alpinisti del mondo – tra cui Messner e Cassin-, è stata violata solo due volte fino alla cima, entrambe nel 1990: prima da Tomo Česen, a cui spetta la prima salita che fu però contestata, e poi da Sergei Bershov e Vladimir Karatayev.

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.