• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

K2 invernale, domani si sale a C1

Domani finalmente si inizia a salire sul K2. Fino ad ora le spedizione ai piedi della montagna hanno sistemato il campo base e tracciato il percorso fino al campo base avanzato, all’attacco della via degli italiani, ma da domani si inizia a fare sul serio.

Al campo base avanzato oggi sono in sei del team russo e domani andrà in parete il capospedzione Vassiliy Pivtsov con un paio di altri alpinisti per iniziare a lavorare sulla via. L’obiettivo è quello di raggiungere campo 1, ma tutto dipende dalle condizioni della montagna e da quelle meteo, che, come si lamenta Artem Braun, sono piuttosto capricciose. Gli altri torneranno al base ad aiutare con il materiale.

Artem Braun racconta inoltre di una convivialità con la squadra di Alex Txikon, soprattutto con i due polacchi, Pawel Dunaj e Marek Klonowski, che, a detta sua, sono spesso nelle tende russe a causa del cuoco particolarmente bravo. Chissà se la collaborazione si sposterà anche sulla montagna, per saperlo bisognerà attendere che Txikon decida definitivamente su che via salite: lo Sperone degli Abruzzi con i russi o la complessa via degli americani sulla cresta nord-est.

Se il team guidato da Pivtsov è a piano regime, qualche difficoltà in più l’ha avuta Alex, come riportano i russi. Il basco oggi è stato costretto a chiamare l’elicottero per soccorrere una donna, che faceva parte del gruppo di trekkers che ha accompagnato il team al campo base, e un cineoperatore. Entrambi hanno sofferto la stanchezza e soprattutto la quota. “Il trekking non è per tutti: l’inverno, le notti in tenda…” ha chiosato Atem Braun.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.