Alpinismo

Mathieu Maynadier sta meglio, nei prossimi giorni il rimpatrio

Si era davvero temuto il peggio per Mathieu Maynadier colpito da alcune rocce mentre scalava a 5500 metri nella Tagas Valley, in Pakistan, con Nicolas Favresse e Carlos Molina.

L’alpinista francese era stato colpito alla testa ed alle braccia mentre era discesa dopo aver salito una parete inviolata ed ha perso conoscenza per diverso tempo rimanendo sanguinante appeso alla corda sanguinante, come racconta ai media francesi il padre. Fortunatamente con lui c’erano Favresse e Molina che, aiutandosi con una portaledge, lo hanno fatto scendere sul ghiacciaio dove è potuto intervenire l’elicottero dell’Askari per il recupero.

La prima diagnosi parlava di una commozione celebrale e fratture alle braccia. Trasferito all’ospedale militare di Skardu, il francese è stato sottoposto a radiografie e tac che hanno escluso le fratture e conseguenze alla testa. Solo qualche botta e ferita, tanto spavento e bisogno di riposare.

Nel fine settimana verrà rimpatriato il Francia.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close