• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

La neve tiene tutti in stallo in Karakorum

Himalaya, Karakorum, GI, GII, Gasherbrum, Broad Peak, K2, alpinismo, ottomila© Kalifa Himalája Expedíció 2018

Sono giorni difficili per le spedizioni degli alpinisti in Karakorum bloccati dalle abbondanti nevicate che continuano a cadere inarrestabili in questi giorni. 

Himalaya, Karakorum, GI, GII, Gasherbrum, Broad Peak, K2, alpinismo, ottomila
Il CB del Broad Peak, completamente ricoperto di neve, © Furtenbach Adventures

La situazione sul Broad Peak è stazionaria. L’ultimo report del team della Furtenbach Adventures dipinge una montagna difficile da affrontare, con neve in quantità che impedisce di proseguire oltre C1. Negli scorsi giorni la pagina social dell’agenzia riportava le scoraggianti informazioni giunte dal team: “Dopo una notte a C1 e una a C2 l’intero team è tornato nuovamente al campo base a causa del cattivo tempo e delle pesanti nevicate. I nostri sherpa hanno compiuto un lavoro assurdo per sistemare la via e aprire il percorso per C3 nella neve alta.” Dopo qualche giorno di silenzio ieri mattina è apparso un post lapidario con le parole “Nevica ancora“, corredate da una foto del CB sommerso dalla neve. La situazione non è incoraggiante e le previsioni, nonostante qualche schiarita nel weekend, danno ulteriori precipitazioni nevose per tutti i giorni a venire.

La situazione non è migliore sui Gasherbrum, dove le spedizioni per GI e GII sono a loro volta bloccate dalla neve. Sia nei report di Cala Cimenti e Matthias Koenig – che hanno rinunciato al loro tentativo sul GII -,che in quelli delle altre spedizioni impegnate nella zona come gli ungheresi del team Kalifa, si legge che il meteo è proibitivo e che tutti i team sono fermi al CB. Il team ungherese ha postato: “Pesanti nevicate stanno rendendo impossibile muoversi sulla montagna, la bassa visibilità non favorisce l’arrampicata.” Ferma anche la spedizione al GIV del team degli alpini e di Bernasconi. L’aggiornamento di questa mattina li vede fermi al CB, con abbondanti nevicate e scarsa visibilità a impedire la ripartenza.

Himalaya, Karakorum, GI, GII, Gasherbrum, Broad Peak, K2, alpinismo, ottomila
La grande quantità di neve fresca sul GII, © Cala Cimenti Cmenexperience

Sul K2 gli sherpa del team giapponese di Akira Oyabe hanno raggiunto e sistemato la via fino a C2 (7.350 m circa), ma il gruppo è ora fermo al campo base in attesa di migliori condizioni meteo. A scoraggiare l’ipotesi di un proseguimento della spedizione sono però ancora una volta le previsioni meteo, che come per Il Broad Peak danno qualche schiarita, ma anche molte fitte nevicate. Il team canadese di Fortin, Dessureault e Beauséjour è fermo a C1, a circa 6.100 metri. I report del gruppo parlano anche di numerosissime valanghe in quota a causa delle continue nevicate. L’impossibilità di proseguire e il costante pericolo potrebbero costringere anche loro a rientrare a breve al CB.

La situazione non è insomma delle più rosee. Anche con un’adeguata finestra di bel tempo dalla loro, che comunque non pare essere in vista, i team impegnati nelle spedizioni non potranno lanciare direttamente i loro attacchi alle vette, a causa delle scarse possibilità avute per acclimatarsi e sistemare le vie fino ai campi più elevati, oltre che per il rischio comportato dalla grande quantità di neve fresca presente a seguito delle abbondanti nevicate. 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.