Cronaca

Valanga sul Grappa e il Coglians: salvi

immagine

CRESPANO DEL GRAPPA, Treviso — Due incidenti da valanga sono capitati ad altrettanti scialpinisti lo scorso weekend sulle Alpi orientali. Il primo è successo sul versante trevigiano del Monte Grappa, il secondo invece sul Monte Coglians, in provincia di Udine. In entrambi casi gli uomini sono stati estratti vivi dalla neve grazie all’uso dell’Arva.

Il primo incidente è avvenuto sabato mattina, intorno alle 10.30. Quattro scialpinisti bellunesi erano partiti da Cima Grappa e si stavano dirigendo verso il Forcelletto. Mentre tagliavano un pendio nelle vicinanze del rifugio Scarpon si è staccata la slavina. I primi due sono stati solo sfiorati dalla massa di neve, gli altri invece sono rimasti travolti e uno di loro trascinato a valle per parecchi metri.

Proprio quest’ultimo è rimasto sommerso sotto la neve per una decina di minuti. Subito gli amici si sono messi a cercarlo, scavando con le mani e utilizzando l’Arva. E alla fine sono riusciti ad estrarlo vivo da sotto mezzo metro di neve. Secondo quanto riferisce il Giornale di Vicenza, l’uomo, scialpinista esperto, sarebbe riuscito a salvarsi perchè avrebbe protetto la bocca con le mani, creando così una bolla d’aria per respirare.

Sul posto poi è arrivato un elicottero del Suem di Treviso, il Soccorso alpino della stazione Pedemontana, con l’unità cinofila e gli uomini del 118 di Crespano. Dopo che il velivolo ha imbarcato il ferito in hovering, lo ha trasportato all’ospedale, dove gli sono state diagnosticate solo alcune contusioni e una lieve ipotermia.

Il secondo incidente è avvenuto domenica, sul Monte Coglians, in provincia di Udine. Un 41enne di Tarcento stava compiendo una scialpinistica sopra Forni Avoltri, e si trovava non distante dal rifugio Marinelli quando si è staccata la slavina che l’ha travolto.

Fortunatamente per lui alcuni testimoni hanno subito dato l’allarme e sul posto sono rapidamente arrivati gli uomini del Soccorso alpino di Pieve di Cadore. L’uomo, che indossava l’Arva, è stato trovato dopo circa mezz’ora: era sotto la neve ma abbastanza in superficie. Illeso, ha rifiutato di essere trasportato all’ospedale per eventuali controlli.

Valentina d’Angella

Foto courtesy of Il Giornale di Vicenza

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close