Cronaca

Scivola sul ghiaccio, muore in un dirupo

immagine

SAN PIETRO VALDASTICO, Vicenza — Incidente mortale per un escursionista quarantenne sull’Altopiano di Asiago, l’altro ieri. L’uomo, in compagnia di due amici, aveva trascorso la giornata nei pressi della Malga Fratte, e stava scendendo lungo una diramazione dell’antica via della Singela, quando è scivolato sul ghiaccio precipitando nel dirupo sottostante.

L’incidente è avvenuto intorno alle 19.15 di martedì 5 gennaio. La vittima è un 41enne residente a Pedescala, che con due amici aveva fatto quel giorno un’escursione sulle montagne di Valdastico. Secondo quanto riferisce il Giornale di Vicenza, i tre erano partiti da San Pietro e dopo un’ora di cammino avevano raggiunto malga Fratte, a circa 1300 metri di quota, per passare la giornata a fare legna e rilassarsi.

Al ritorno stavano scendendo lungo strada dei Castelletti in val Torra, una diramazione dell’antica via della Singela che dall’Altopiano di Asiago porta a Valdastico, quando è successo l’incidente. L’uomo infatti è scivolato sul ghiaccio in un tratto franato, cadendo nel dirupo sottostante per una quarantina di metri.

Subito i due amici hanno dato l’allarme, e sul posto si sono recati gli uomini del Soccorso alpino di Arsiero e della protezione civile di Valdastico. Una squadra si è avvicinata in macchina sotto una fitta nevicava e ha poi proseguito a piedi per gli ultimi 500 metri. Mentre un gruppo illuminava l’area delle ricerche, altri si calavano in verticale nel dirupo.

Alla fine hanno ritrovato il suo bastone e poco dopo il cadavere dell’uomo, già coperto dalla neve. I soccorritori l’hanno ricomposto e imbarellato per calarlo con la corda. Una volta raggiunto il sentiero poi, l’hanno trasportato a valle.

Valentina d’Angella

Foto courtesy of Picasaweb – Giuseppe

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close