Sport

Grigne, pronti al Trofeo Scaccabarozzi

immagine

PASTURO, Lecco — Il meteo è previsto instabile, ma l’entusiasmo è comunque alle stelle per l’imminente skymarathon delle Grigne. La gara, che vale come finale di campionato italiano, prenderà il via da Pasturo, in Valsassina, domenica 20 settembre alle 7.30 del mattino. I favoriti sono l’iberico Jessed Hernandez e la piemontese Emanuela Brizio.

Lo Scaccabarozzi, alla sua nona edizione, vedrà ai nastri di partenza tutti i campiuoni italiani ma anche atleti da Spagna, Francia, Inghilterra, Andorra, Svezia, Germania, Austria, Polonia, Stati Uniti, Svizzera. Contando anche la mezza maratona Trofeo Comune di Pasturo, in partenza sempre domenica da Pasturo, l’organizzazione Gsa Missaglia si aspetta circa 350 concorrenti.

La gara si prospetta molto combattuta, soprattutto tra chi gareggerà per il titolo di campione italiano. La classifica infatti è ancora aperta: tra le donne, la lotta sarà tra Jennifer Senik e Paola Romanin; mentre tra gli uomini il cerchio si allarga a tre elementi: Paolo Larger, Piller Hoffer e Fulvio Dapit.

Ai nastri di partenza, ci saranno inoltre diversi big. Oltre a Hernandez, si sono iscritti Pete Vale, Corinne Favre, Stephanie Jimenez e un’entusiasta Emanuela Brizio.

"Lo Scaccabarozzi è una gara mitica – ha detto la Brizio a Maurizio Torri -. Non potrei perderla per nulla al mondo. E’ una gara da ragionare e ponderare. La prima salita in Grignetta è fantastica, ma va affrontata con le pinze. Infatti, le seguono salite e discese tecnicissime dove la lucidità è fondamentale. Dopo il successo 2008 in 5 ore 32 minuti e 1 secondo posso dire che l’adoro. Ancor’oggi non riesco a capacitarmi di una simile prestazione. Direi che è stata la mia gara perfetta".

Sara Sottocornola

Foto Maurizio Torri courtesy Sportdimontagna.com

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close