• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Nanga Parbat protagonista d’inizio stagione

In questo inizio stagione del Karakorum il vero protagonista è il Nanga Parbat, dove sono già iniziati gli attacchi alla vetta – oltre ad aver registrato la prima (forse) cima della stagione.

Sulla montagna al momento ci sono alcune squadre sul versante Diamir, lungo la Kinshofer, ed il duo spagnolo composto da Alberto Zerain e Mariano Galvar lungo la cresta Mazeno, lunga oltre 10 km e che divide il versante Diamir da quello Rupal.

La cresta Mazeno – Altitude Pakistan

Zerain e Galvar, che hanno impiegato poco ad acclimatarsi, sono impegnati nel tentativo di vetta dallo scorso 19 giugno, giorno in cui hanno lasciato il campo base Diamir. Dopo essere arrivati a 5600 metri, i due alpinisti sono stati però bloccati dal maltempo, che li ha costretti ad una sosta di tre giorni in tenda; ripresa la salita sono arrivati a 6100 metri, dove hanno bivaccato. Il problema ora sono le provviste: avendo propeso per una spedizione leggera, cibo e bombole di gas – necessarie per ottenere l’acqua – stanno iniziando a scarseggiare. Zerain e Galvar dovranno quindi decidere se continuare a progredire oppure tornare al base.  

Anche sulla Kinshofer il maltempo ha bloccato all’altezza di C4 i tentativi di vetta.

Per quanto riguarda le altre montagne, i progressi più avanzati si hanno sul Broad Peak, dove si sta attendendo una finestra di bel tempo dopo che la via è stata predisposta fino ai 7100 metri (C3) ed in diversi hanno già terminato l’acclimatamento. Oscar Cadiach è arrivato al Cb il 21.

Indietro invece il K2, che ha visto arrivare al campo base la spedizione dell’americana Vanessa O’Brian ed il team messicano composto da Badia Briseida Bonilla e Mauricio López Ahumada. Una curiosità riportata da Alan Arnette: Badía Bonilla e la O’Brian sono in competizione per aggiudicarsi il primato di pima donna “americana” a salire sul K2.

Spedizione e primato decisamente più interessanti sono di certo quelli del polacco Andrzej Bargiel che è a Skardu. Il suo diretto competitor, Davo Karnicar, è invece poco più avanti lungo il trekking per arrivare al campo base.

Altro team di tutto interesse è quello del trio Juan Vallejo, Mikel Zabalza e Alberto Iñurrategi che puntano alla traversata dei Gasherbrum I e II. Al momento sono in piena fase di acclimatamento.

 

Foto in alto @ Doug Scott

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.