Turismo

In Val di Non nel tempo che fu: dal 7 aprile aprono le porte di Castel Valer

VAL DI NON, Trento — Entrare nei meandri di antichi castelli è il sogno di tutti i bambini. E non solo. Respirare l’atmosfera di tempi lontani, provare a immaginare alcune scene che lo hanno animato nel corso di secoli – incontri, banchetti, danze, combattimenti, scene di vita quotidiana – e calarsi nell’era che fu. Ebbene in Val di Non, nel comune di Ville d’Ananunia, c’è un castello con 9 secoli di vita che è rimasto felicemente fedele alla sua eredita storico-artistica e che dal 7 aprile sarà visitabile a tutti. Si chiama Castel Valer e in questa antica dimora – composta di 88 sale e stanze – tutto è stato perfettamente conservato, nulla si è disperso e, secolo dopo secolo, le sue sale abitate dal 1368 da un’unica famiglia hanno mantenuto viva non solo la loro storia, ma tutto ciò che le riempie: mobili, opere d’arte, oggetti di uso quotidiano, suppellettili, armi, documenti, tappeti, arazzi. Lo stesso vale per le camere, le cucine, i corridoi e tutte le altre aree. Senza tralasciare, naturalmente la bellezza e l’imponenza della struttura architettonica che, tra gli altri elementi fuori dal comune, vanta anche il primato di possedere la torre più alta dell’intera provincia (40 metri).

La famiglia da cui è abitato senza interruzioni dal 1368 è quella dei conti Spaur che da una zona apparentemente lontana dalla grande storia europea ha avuto una posizione di spicco nelle vicende del Tirolo, dell’Impero austro-ungarico, della Baviera e di altre corti della Mitteleuropa. Anche per questo, con passione, caparbietà ed encomiabile senso del valore dell’eredità di un luogo, intesto non solo come spazio privato, ma come palinsesto della storia del suo territorio, ha rispettato il maniero conservandolo perfettamente, mentre lo stava – e lo sta – abitando.

E il dato straordinario di Castel Valer è proprio il fatto che tutto quello che è, internamente ed esternamente, non è frutto di un processo asetticamente museale, ma è legato organicamente alla sua evoluzione nei secoli, alla storia degli Spaur e alla loro quotidianità.

Per capire meglio quanto sia unico questo evento vale la pena di dare uno sguardo alla storia della dimora: le prime notizie che la riguardano datano l’anno 1211 quando fungeva da guardia militare. Le serie successive di cinte murarie risalgono al XIV (Castel di sotto) e al XVI (Castello di sopra) secolo.

Dal 7 aprile il pubblico potrà visitare la cappella di San Valerio, la sala dei cavalli, il ponte, il cortile, i giardini, la cantina, il salone degli stemmi, la cucina gotica e gli studi adiacenti, la loggia e loggiato e le camere madruzziane. Presto sarà inoltre possibile fare richiesta di parte del castello per eventi privati in alcune aree, grazie alla collaborazione tra il conte Ulrico Spaur e l’Azienda per il Turismo della Val di Non. Grazie all’accordo tra proprietà e Azienda per il Turismo, per la prima volta in assoluto in Trentino, un sito culturale privato sarà valorizzato da un ente preposto alla promozione turistica del territorio, mediante l’organizzazione e la gestione delle sue aperture al pubblico, degli eventi ad esse legati, di tutte le attività di biglietteria, degli interventi delle guide e dell’intera parte logistica.

Menzione speciale anche alle guide che accompagneranno i visitatori: il gruppo di persone che si alterneranno nel corso dei giorni di apertura sarà costituito da laureati in Conservazione dei beni culturali e da giovani residenti in Val di Non, formati specificamente dalla Soprintendenza ai beni storico-artistici della provincia di Trento. L’apertura di Castel Valer non sarà, quindi, solo una bella esperienza per i suoi visitatori, ma offrirà anche nuove opportunità professionali a giovani e neo-laureati.

E non poteva che essere così. Ogni castello che si rispetti deve fare da sfondo a una storia a lieto fine!

ORARI E PREZZI:

Il castello sarà visitabile ogni mese, tranne che a novembre in cui sarà chiuso, da un minimo di 6 a un massimo di 18 giornate (6 visite quotidiane). Ad agosto e luglio le visite saranno giornaliere.

Biglietto intero comprensivo di visita guidata: 10 €.

Gratuità e sconti per gruppi, famiglie e scolaresche.

Per ulteriori informazioni dettagliate sul calendario e prenotazioni:

visitcastelvaler.it

APT Val di Non – www.visitvaldinon.it

tel. 0463 830133

Per richieste eventi privati:

info@castel-valer.com

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close