Alpinismo

Everest, Batard tenta nuovo record

immagine

PARIGI, Francia —  Vuole battere il record di Christian Stangl, salendo in cima all’Everest dal versante nord in meno di 16 ore e 42 minuti. Questo il progetto dell’alpinista francese Marc Batard, che nei giorni scorsi ha annunciato il suo progetto del prossimo autunno.

Batard, 57 anni, celebre per i suoi record in alta quota, è stato sotto i riflettori di recente per il libro-confessione in cui svela di essere gay. Ma ora torna alla ribalta con un nuovo progetto alpinistico, studiato per ritornare nel Guinness dei Primati vent’anni dopo il suo exploit sul tetto del mondo.

L’alpinista francese, infatti, era già entrato nel libro dei record nel 1988, quando aveva salito l’Everest senza ossigeno in 22 ore e 29 minuti dal versante nepalese. E’ stata la salita più veloce della storia per qualche tempo, prima di essere travolta dal vortice di record tentati e raggiunti che si è scatenato soprattutto negli ultimi anni sull’Everest.

Il suo obiettivo, però, stavolta riguarda l’altro versante dell’Everest, quello tibetano. Batard ci andrà quest’autunno, deciso a salire in vetta senza ossigeno in pochissime ore. Ha infatti dichiarato di voler battere l’austriaco Stangl, che due anni fa salì da questa via, senza ossigeno, in 16 ore e 42 minuti.

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close