Cronaca

Appennino, cadavere nel torrente Dolo

immagine

MONTEFIORINO, Modena — Il cadavere di un uomo è stato ritrovato ieri nelle acque del torrente Dolo, sull’Appennino modenese.  L’identità della vittima è attualmente sconosciuta, visto che non aveva con sè documenti, ma si tratterebbe di un uomo di circa 40 anni. Gli inquirenti ora indagano sull’accaduto, e al momento non escludono alcuna ipotesi.

Potrebbe trattarsi infatti sia di un omicidio, sia di un suicidio, sia semplicemente di un incidente. La vittima potrebbe essere stata colpita e gettata in acqua, oppure potrebbe essere caduta nel torrente e aver sbattuto fatalmente la testa. Di certo insomma, al momento non c’è niente, a cominciare dall’identità del cadavere trovato ieri nel fiume Dolo, alle pendici del monte Cusna.
 
Il ritrovamento è avvenuto nelle acque del torrente in località La Piana a pochi chilometri da Montefiorino. Il corpo dell’uomo, sembra un 40enne, presentava una profonda ferita alla testa e alcune fratture, mentre alcuni elementi farebbero propendere per una morte per annegamento. Inoltre indossava una giacca a rovescio, una cintura dei pantaloni rotta, e aveva al dito la fede nuzionale, con inciso all’interno il nome "Francesca".
 
Il corpo è stato recuperato verso mezzogiorno dai Vigili del fuoco e trasportato all’istituto di medicina legale di Modena dove sarà eseguita l’autopsia. I carabinieri intanto hanno avviato le indagini per ricostruire le dinamiche dei fatti.
 
Valentina d’Angella
 
Foto courtesy of Magicusna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close