News

Aspromonte, in un libro i migliori itinerari culturali

immagine

REGGIO CALABRIA — Non si può tutelare se non si conosce. Sulla scia di questo principio il Club alpino italiano ha avviato fin dal 1991 il progetto nazionale “Terre Alte”, un’attività di ricerca, studio e catalogazione di tutti i segni dell’uomo lasciati sulle aree montane, confluita in un solo volume che racchiude i siti naturali e culturali di maggiore interesse. 

Una cinquantina i luoghi individuati. Chiese, fortificazioni, borghi, sentieri che rappresentano i diversi modi di vivere la montagna da parte dell’uomo. Il volume illustra nel particolare e fornisce alcune indicazioni utili sui siti archeologici, sulle grotte, sulle incisioni su roccia, sui sentieri riconosciuti di particolare interesse per la collettività.
 
Elisa Lonini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close