Ambiente

Valle d’Aosta, “Panda d’oro” ai rifugi della regione

immagine

AOSTA — Tre progetti ecostenibili sono valsi all’Associazione gestori dei rifugi della Valle d’Aosta il premio "Panda d’oro" del Wwf.

Il riconoscimento viene dedicato ogni anno dall’associazione ambietalista al turismo responsabile sulle Alpi. Premiati i progetti di maggior valore nell’ambito della cura e dell’attenzione all’impatto ambientale. I parametri sono quelli indicati dal protocollo “Turismo” della Convenzione delle Alpi, stipulata tra otto paesi alpini e l’Unione europea.
 
L’Associazione gestori rifugi valdostani è stata scelta dal Wwf per aver avviato dal 2001 tre progetti per qualificare la propria gestione come sostenibile. Attraverso l’introduzione di sistemi di gestione ambientale, certificati secondo la norma Uni En Iso 14001. E l’attivazione di iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica (in particolare, i clienti dei rifugi) verso le tematiche ambientali.
 
I rifugi sono così trasformati in veri e propri veicoli di informazione e di promozione ambientale. In queste strutture i turisti possono contare su sistemi che migliorano le performance ambientali attraverso la raccolta differenziata dei rifiuti, la riduzione degli sprechi, il ricorso alle fonti energetiche rinnovabili.
 
Elisa Lonini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close