Cronaca

Preleva piante protette: denunciato

immagine

AOSTA — Ha prelevato piante protette e un guardiaparco lo ha colto sul fatto mentre compiva il gesto nel parco del Gran Paradiso. L’uomo, un extracomunitario con regolare permesso di soggiorno, è stato denunciato e ora rischia l’arresto e una maxi-multa.

Era il pomeriggio di ieri quando unn guardaparco in servizio presso il Casotto di San Besso, nel Gran Paradiso, ha visto l’extracomunitario che si muoveva con fare sospetto. Furbescamente lo ha seguito fino al Colle Borra, in Val Soana, nonostante in quel momento sulla zona fosse calata una fitta nebbia.
 
Poi è scattato il controllo.L’extracomunitario aveva sulla sua auto 60 piante rare fra cui 21 di "Sedum villosum", una specie vegetale la cui raccolta o danneggiamento costituisce illecito penale.

L’uomo è in stato di fermo. Denunciato alla Procura di Ivrea, ora rischia l’arresto fino a sei mesi ed una sanzione fino a 12mila euro.

Due guardaparco in pattugliamento presso i laghi della zona del Serru’, in Valle Orco, hanno invece intercettato un’auto che scendeva la strada provinciale del Nivolet. A bordo sono stati trovati 16 pesci. L’uomo alla guida è stato denunciato per introduzione e detenzione all’interno del Parco di attrezzature non autorizzate per la pesca e per la cattura e l’uccisione di specie animali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close