Cronaca

Disabile affronta il Monte Bianco

immagine

COURMAYEUR, Aosta — E’ pronto a cominciare una nuova sfida Stefano Melani. L’alpinista, affetto da paraparesi spastica, la settimana prossima sarà in Val d’Aosta per affrontare la traversata che parte da punta Helbronner, ultimo tratto italiano a 3462 metri, fino all’Aiguille du Midi a 3842 metri.

Stefano Melani, questo il nome dell’alpinista 43enne di Scandicci affetto da paraparesi spastica che si cimenterà nella traversata del Monte Bianco. Ad accompagnarlo in questa impresa la guida Marco Turchi, con il quale l’alpinista, in base alle condizioni climatiche deciderà la data e l’ora della partenza, che potrà variare tra le 4 e le 7.30 del mattino.
 
"Sarà necessario – ha dichiarato l’alpinista alla stampa – trovare una giornata non particolarmente calda, che altrimenti renderebbe ancora più faticoso il pezzo di calata verso il Gigante".
 
Partiranno da Punta Helbronner a quota 3462 metri e, puntando verso Col des Flambeaux per affrontare il Ghiacciaio del Gigante, risaliranno fino al Mont Blanc du Tacul per poi concludere ad Aiguille du Midi a quota 3842 metri.
 
L’impresa dell’uomo è patrocinata dal Coni e dal Comune si Scandicci, e avrà come sponsor alcuni negozi della zona fiorentina e una nota marca di abbigliamento che fornirà anche il materiale tecnico per la traversata.
 
Tra i suoi successi Melani conta la traversata della Marmolada dalla via normale in sole sei ore, conquistando il primato italiano.
 
 
Emanuela Brindisi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close