Cronaca

Si suicida sulle falesie del Muzzerone

immagine

LA SPEZIA — Sentiva troppo il peso della vita. Tanto da arrivare a suicidarsi, lanciandosi dallo spettacolare strapiombo del Muzzerone. E’ morto così Mauro Lari, un informatore medico di 50 anni, residente a Marcantone. Il suo corpo è stato trovato ieri mattina dai volontari del Soccorso Alpino e dalla squadra speleologica alpinista fluviale dei vigili del fuoco, grazie a un elicottero.

Stando alle indagini, l’uomo si è lanciato da una delle meravigliose falesie a picco sul mare che caratterizzano questa parte della costa ligure, sopra Portovenere, nel parco nazionale delle Cinque Terre. Un volo terribile: 130 metri nel vuoto e poi giù per la scarpata per un altro centinaio, fermandosi a poche decine di metri dal mare. Dieci secondi infiniti prima del punto d’impatto.Poi le rocce e il cadavere irriconoscibile.
 
Il corpo senza vita è stato ritrovato dopo attente ricerche da parte dei volontari del Cai che si sono calati sullo strapiombo. Per recuperarlo, in quella zona impervia, è stato impiegato un elicottero dotato di verricello.
 
I parenti della vittima non hanno dubbi. A provocare il terribile suicidio è stato sicuramente lo stress da lavoro. L’uomo lavorava moltissimo, percorreva moltissimi chilometri al giorno e stava alzato fino a tarda notte per completare i rapporti da consegnare all’aziena Roche, per cui lavorava. "Stress da raggiungimento di obiettivi" sostengono i familiari.
 
Ultimamente avevano allargato la zona di sua competenza assegnandogli medici
specialisti e ospedalieri. Un ritmo di lavoro insostenibile e target da raggiungere a tutti i costi.
Fatto sta che il rappresentante della Roche, era sparito fin da sabato scorso. Terminati i lavori a un congresso a Pisa invece di tornare a casa si è diretto al Muzzerone. Ha lasciato la sua Fiat Bravo nel parcheggio all’inizio del sentiero, è salito sulla cima della falesia e si è gettato di sotto.
 
Non ha lasciato alcuna lettera per spiegare il suo gesto disperato. Ha lasciato invece la sua vita nelle mani della splendida natura del Muzzarone, a quelle bianche falesie che si tuffano nel mare, fra gabbiani, corvi imperiali e falchi che si esibiscono in dolcissime evoluzioni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close