Cronaca

Val Carbonaia, cadavere nel bosco

immagine

SEREN DEL GRAPPA, Belluno — Macabro ritrovamento in Val Carbonaia, sulle montagne bellunesi. Ieri pomeriggio è stato rinvenuto il cadavere di una donna abbandonato ai margini di un fiume, in stato avanzato di decomposizione. Si tratta probabilmente di Maira Rech, 43enne di Seren del Grappa scomparsa lo scorso aprile.

Il corpo della donna è stato ritrovato ieri pomeriggio intorno alle 15 da alcune persone che stavano raccogliendo la legna nei boschi della Val Carbonaia, sulle montagne Bellunesi. Ormai in avanzato stato di decomposizione, il cadavere si trovava ai margini di un fiumicello.
 
Secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi di Maira Rech, 43 anni residente a Seren del Grappa.
La donna infatti era scomparsa da casa lo scorso 10 aprile, e nonostante le numerose operazioni di ricerca, non era mai stata ritrovata.
 
Le indagini erano scattate non appena era stato dato l’allarme dai familiari: per 4 giorni di fila era stata cercata in tutta la zona circostante e il sindaco di Seren del Grappa aveva inoltre lanciato un appello ai proprietari delle oltre 900 casere e baite della vallata perche’ prestassero particolare attenzione, allargando la richiesta anche alle amministrazioni confinanti di Fonzaso, Arsiè e Cismon del Grappa.
 
Nonostante gli sforzi però la Reich non era stata ritrovata. Dopo la chiusura ufficiale, le ricerche e i sopralluoghi erano continuati ugualmente nelle settimane successive, ma senza milgiore riusultato. Fino a ieri, quando è stato ritrovato il cadavere di una donna, che veste indumenti uguali a quelli che indossava la Reich il giorno della scomparsa.
 
La certezza dell’identità del corpo arriverà comunque solo dall’ispezione cadaverica, che riuscira’ a stabilire le cause del decesso, attualmente ancora ignote.
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close