Alpinismo

Everest: liason officer sulla cima?

KATHMANDU, Nepal — E’ tempo di novità per le spedizioni alpinistiche impegnate in Himalaya. Il governo nepalese ha appena approvato una regola che permette agli sherpa d’alta quota di diventare ufficiali di collegamento, con l’obiettivo di controllare meglio le montagne anche sopra il campo base.

L’ufficiale di collegamento è rappresentante del governo locale che ha il compito di sorvegliare che vengano rispettati i regolamenti delle spedizioni e di intervenire, informando le autorità, in caso di incidenti o problemi di altro genere.

Finora, a svolgere questo ruolo, erano impiegati governativi di stanza al campo base delle diverse montagne durante il periodo delle spedizioni alpinistiche. Per controllare ciò che accadeva sulla montagna durante le salite, si affidavano solo all’ascolto delle comunicazioni radio, con gli inconvenienti del caso. Ma, ora, sembra sia venuto il momento di cambiare le cose.

Secondo una notizia diffusa nei giorni scorsi dall’Himalayan Times, infatti, il governo avrebbe deciso di istituire delle figure specifiche per controllare meglio, e di persona, la situazione lassù. Degli "ufficiali di collegamento d’alta quota", insomma.

Almeno cinque nepalesi che abbiano scalato l’Everest inizieranno a lavorare come ufficiali di collegamento dalla stagione in procinto di iniziare. Wangchu Sherpa, il presidente dell’associazione "Everest Summiteers" avrebbe già segnalato i nomi di 28 candidati adatti, a suo parere, per svolgere questo compito. Tra loro, anche Apa Sherpa: l’uomo che è stato 16 volte sul tetto del mondo. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close