Cronaca

Malore a 180 metri sottoterra, recuperato speleologo al "Bus de la Vecia"

MONTE DI MALO, Vicenza – E’ stato recuperato lo speleologo bloccato a 180 metri di profondità nella grotta chiamata “Bus de la Vecia”, una cavità che si apre su una parete calcarea nel territorio comunale di Monte di Malo, nelle Prealpi vicentine. L’uomo ieri nel primo pomeriggio aveva accusato un malore e aveva chiesto aiuto per uscire.

Le operazioni degli uomini del soccorso alpino veneto erano partite intorno alle 15:30, quando era scattato l’allarme. A darlo era stato un amico dello speleologo in difficoltà, che era con lui quando si è verificato il malore.

Al recupero hanno partecipato una trentina di soccorritori. Stando al comunicato del Cnsas veneto, lo speleologo, un uomo del paese di Malo di circa 50 anni, si era sentito male a circa 180 metri nella grotta chiamata “Bus de la Vecia”.

Gli uomini del Soccorso alpino sono riusciti a raggiungerlo e gli hanno prestato le prime cure. Poi l’hanno riaccompagnato all’uscita della grotta, dove sono arrivati intorno alle 21 di sera; quindi l’hanno trasportato all’ospedale di Santorso.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close