Cronaca

Alpinista salvato grazie al telefonino

SONDRIO — Quando una telefonata allunga la vita. E proprio il caso di dirlo, vista la vicenda che è capitata a uno scalatore piemontese di 33 anni rimasto aggrappato per ore a una cascata di ghiaccio sopra Lanzada, in Valtellina. E si è salvato solo grazie a una provvidenziale chiamata con il telefonino.

L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri.  L’uomo dopo aver scalato la cascata di ghiaccio stava scendendo. Durante la discesa si è infortunato ad un caviglia e non riusciva più a muoversi.

Ha cercato di divincolarsi, ma non c’è stato nulla da fare. E’ rimasto sulla parete di ghiaccio fino a quando è riuscito a prendere il telefono cellulare e avvisare i soccorsi. Per fortuna la zona ha copertura telefonica. Il ghiacciatore è stato individuato in serata dagli uomini del soccorso alpino e dai vigili del fuoco che lo hanno tratto in salvo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close