Cronaca

Valcamonica, 20enne disperso sui monti

LOVERE, Brescia — E’ uscito ieri mattina per salire sulla Corna dei Trenta Passi, una vetta a ridosso del Lago d’Iseo, ma non è più rientrato a casa. Sono ore di angoscia queste per la famiglia di un 20enne camuno, scomparso ormai da due giorni tra le montagne della bassa valle.

Il ragazzo faceva spesso escursioni sulle montagne vicino a casa e l’uscita di ieri mattina non doveva essere diversa dalle altre. Invece, il giovane, atteso dalla famiglia per pranzo, non è più rientrato a casa mentre il suo cellulare squillava a vuoto.
 
La denuncia di scomparsa è arrivata ieri pomeriggio alle autorità, che si sono messe subito a cercare il ragazzo e hanno ritrovato la sua auto parcheggiata effettivamente dove parte il sentiero che sale sulla montagna, nel paese di Toline. 
 
Da ieri sera i soccorsi, coordinati dal vicepresidente del Cnsas Valerio Zani, stanno battendo centimetro per centimetro i versanti della montagna, temendo che il ventenne possa essere scivolato durante l’escursione. Si tratta infatti di un sentiero piuttosto impegnativo, con passaggi esposti ed impervi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close