Cronaca

Livigno, nuova valanga killer

LIVIGNO, Sondrio — Non è passata nemmeno una settimana dall’ultima tragedia in cui hanno perso la vita due snowboarder, ed ecco che le valanghe tornano ad uccidere nella zona di Livigno. Questo pomeriggio una slavina ha investito due sciatori in Val del Canton. I soccorritori hanno recuperato il cadavere del primo e tratto in salvo il secondo che risulta ferito.

I due – pare entrambi stranieri – erano impegnati in un fuoripista, non lontano dal comprensorio sciistico del Carosello 3000. La slavina li ha travolti mentre stavano scendendo dal pendio fortemente innevato.
 
Dalle prime informazioni trapelate uno dei due escursionisti sarebbe riuscito a liberarsi da solo dalla neve. Poi ha tentato di tirare fuori anche il compagno. Inutilmente.
 
Sul posto è arrivato subito l’elicottero del 118 di Sondrio, decollato dall’aviosuperficie di Caiolo e i volontari del soccorso alpino di Livigno. Le condizioni dello sciatore sono apparse subito disperate. Per lui ormai non c’era più niente da fare.
 
La tragedia – l’ennesima che vede coinvolti appassionati del fuoripista – arriva a meno di una settimana dalla morte di due giornvani snowboarders livignaschi – Daniele Mottini, di 17 anni, e Fabio Viviani, 20enne – che avevano perso la vita in Val Federia inghiottiti da una valanga di grosse dimensioni durante una discesa di free style.
 
da giorni l’allarme valanghe è marcato sull’intero arco alpino e forte in talune località. Proprio domenica è in programma una giornata sulla prevenzione del rischio valanghe in quattro località sciistiche delle province di Sondrio, Lecco, Brescia e Bergamo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close