Alpinismo

Annapurna, Pustelnik ci riprova

immagine

VARSAVIA, Polonia — Non più di qualche mese fa aveva dichiarato di aver chiuso con l’alpinismo. Ma la sua "pensione" è durata poco: il fuoriclasse polacco Piotr Pustelnik ha annunciato, pochi giorni fa, che nel 2008 riprenderà la cordata con Piotr Morawski e Peter Hamor. Per tentare una serie di incredibili salite di cui la Nord-Est dell’Annapurna, l’ultimo ottomila che manca alla sua collezione, è solo l’antipasto.

"La prossima primavera – ha dichiarato alla stampa Pustelnik – dopo una salita d’acclimatamento sull’Ama Dablam tenteremo di salire l’Annapurna in stile alpino e in un solo tentativo. Obiettivo, la via dei cecoslovacchi Nezerka e Martis, sulla parete Nordest, che ci sembra meno pericolosa della classica via sulla Nord".
 
Qualche mese dopo, in estate, la cordata si sposterà in Karakorum per realizzare un concatenamento a dir poco ambizioso sui Gasherbrum. Gli alpinisti hanno intenzione di salire dalla via americana sul GI, passare al GII dal colle del Gasherbrum La e raggiungere il GIII sempre in cresta.
 
Ma i progetti non finiscono qui. L’alpinista polacco ha già programmato anche tutto il 2009: vuole salire tutte le cime del massiccio del Broad Peak in una cavalcata che partirà dal ghiacciaio Godwin Austen per arrivare a Concordia. E poi scalare lo spigolo nordovest del Rakaposhi.
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close