• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Spara alla moglie credendola un ladro

immagine

TREVICO, Avellino — Pensava ci fossero i ladri in casa, così ha preso la pistola e ha sparato. Ma si trattava di sua moglie.  Per la donna non c’è stato niente da fare, il proiettile l’ha uccisa sul colpo.

Protagonista della triste vicenda è un pensionato di 70 anni, residente in contrada Molini nel comune di Trevico, sugli Appennini intorno ad Avellino.
 
Domenica scorsa, nel cuore della notte, l’uomo si sveglia per un rumore sospetto: una bottiglia di vetro che si rompe e il pensionato è certo che si tratti dei ladri. Così impugna la sua la pistola calibro 22, regolarmente detenuta e si precipita alla finestra. 
  
Spara nel buio dei colpi a vuoto e, terrorizzato, urla alla moglie di non muoversi dal letto. Poi chiama con il cellulare il figlio, inquilino del piano di sotto, e gli dice di chiamare i carabinieri. Fa lui stesso il giro delle camere per cercare gli intrusi, ma non trova nessuno.
  
Tornato in camera da letto vede un’ombra dietro la tenda: è qui che decide di sparare di nuovo, e questa volta il bersaglio c’è. Tre colpi, il tonfo di un corpo che cade per terra, quello della moglie però. La donna paraguaiana di 53 anni, è morta all’istante.
   
Poco dopo sono arrivati i carabinieri. Hanno trovato l’uomo in stato di shock con ancora la pistola in pugno, pronto a spararsi per tentare il suicidio. Il settantenne è stato denunciato per omicidio colposo.
 
 
 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.