News

Gendarme rispunta da ghiacciaio

immagine

SONDRIO — Ci sono voluti ottant’anni. Ma alla fine il ghiacciaio del Scersen, in Alta Valmalenco, ha restituito il corpo ormai mummificato di un gendarme svizzero, morto nel secolo scorso a tremila metri di quota.   

La scoperta è stata fatta nel pomeriggio di ieri da una guida alpina locale che accompagnava alcuni escursionisti. Il corpo mummificato si trovava sul ghiacciaio dello Scerscen superiore, a quota 3.050 metri, nel territorio comunale di Lanzada.
 
Secondo le prime indagini, potrebbe trattarsi di un militare svizzero o di una guida alpina, caduto in un crepaccio o vittima di un malore e morto per assideramento, all’inizio degli anni Venti del secolo scorso.
 
A testimoniarlo, il fatto che l’uomo aveva in tasca un articolo di giornale in lingua tedesca datato 1928, una bussola e una cartina dell’epoca per orientarsi in alta montagna.
 
(foto courtesy www.waltellina.it)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close