Cronaca

Niente licenza: abbatte la casa del sindaco

immagine

LUBRIANO, Viterbo — Il sindaco non gli dà la licenza edilizia e lui gli butta giù la casa con la ruspa. L’incredibile episodio si è verificato ieri pomeriggio a Lubriano, nel viterbese. "Fatto il misfatto", l’uomo si è dato alla fuga, ma in poche ore i carabinieri lo hanno rintracciato.

Tutto sarebbe cominciato con una richiesta di licenza edilizia al primo cittadino di Lubriano, in provincia di Viterbo. Il richiedente, 45 anni, proprietario di un ristorante in paese, voleva infatti costruire un capannone nella valle dei Calanchi. La domanda però non aveva avuto esito positivo.
 
Ma l’uomo non era disposto ad accettare la decisione dell’autorità. Preso dalla furia ha deciso di farsi giustizia da sè, così è salito a bordo del suo caterpillar e, a colpi di ruspa, ha tentato di abbattere la casa del sindaco.
 
Prima di fermarsi è riuscito a sfondare il cancello dell’abitazione, a demolire il porticato e a distruggere l’automobile: totalizzando ben 100mila euro di danni. Poi si è dato alla fuga.
  
I carabinieri non ci hanno messo molto a scovarlo: l’uomo aveva ripiegato a casa di un conoscente, dove le autorità lo hanno bloccato. In caserma ha poi spiegato che il suo gesto non sarebbe altro che l’ultimo colpo di una lunga diatriba personale che da anni combatterebbe con il sindaco di Lubriano. Tuttavia si è detto disposto a risarcire i danni causati.
  
L’uomo è stato denunciato per danneggiamento aggravato e rimesso in libertà.
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close