Alpinismo

Alex Huber, impresa sulla Ovest di Lavaredo

immagine

BOLZANO — Un’altra firma storica sulle Tre Cime di Lavaredo. Due giorni fa il tedesco Alex Huber, uno dei più celebri climber a livello mondiale, ha scalato in libera l’enorme tetto strapiombante che domina la Cima Ovest di Lavaredo: una sporgenza di roccia di oltre 40 metri che non ha paragoni al mondo.

Huber l’ha scalata nel punto centrale, in libera tutta d’un fiato, senza mai dar riposo alle mani. L’unico attimo di sosta è stato a circa due terzi del tetto, in un angusto angolo di roccia dove
comunque non ha potuto scaricare il peso dagli arti anteriori.
 
Ha seguito la linea della Baur-Dach, in piena parete Nord, e ha aperto una variante proprio sulla pancia del tetto, salendo un poco più a sinistra della via e poi passando sulla sua destra. Alla fine è venuto fuori un itinerario spettacolare, di altissima difficoltà, che Huber ha valutato di grado 8c.
 
Per riuscire nell’impresa, che segna la frontiera dell’arrampicata sportiva, Huber ha passato 19 giorni a lavorare sulla via. Aperta nel 1968 da Gerhard Baur e dai fratelli Walter ed Erich Rudolph, prima del passaggio dell’alpinista tedesco veniva scalata solo in artificiale (grado A3).
 
"Per me si tratta di un incredibile risultato" ha commentato Huber dopo la scalata, che tra l’altro è stata ripresa dalle telecamere e potrebbe presto diventare un film. Con Huber, sulla parete, c’erano infatti anche Max Reichel e Franz Hinterbrandner, pronti a documentare i fatti.
 
Nel 2001, sempre sulla parete Nord della Cima Ovest di Lavaredo, Huber aveva liberato Bellavista, un’altra via di 8c che aveva aperto lui stesso l’anno prima, in solitaria invernale.
 
Alex Huber ha scalato il suo primo quattromila a soli 11 anni, da allora l’alpinismo è la sua vita. Celebre per le scalate estreme compiute insieme al fratello Thomas, vanta prime ascensioni e salite in stile alpino su montagne di ogni altezza dal Karakorum a El Capitain. E’ guida alpina e laureato in fisica.
 
Sara Sottocornola
Foto courtesy of www.huberbuam.de

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close