Cronaca

Sentiero delle Orobie, quasi terminato nuovo rifugio a Mezzoldo

La foresta regionale di Foresta Regionale Azzaredo-Casù -foto d'archivio- (Photo courtesy of Ersaf Lombardia)
La foresta regionale di Foresta Regionale Azzaredo-Casù -foto d’archivio- (Photo courtesy of Ersaf Lombardia)

MEZZOLDO, Bergamo — Sarà terminato ed inaugurato nei prossimi mesi il nuovo rifugio della Val Brembana, che sorgerà nel comune bergamasco di Mezzoldo. La sua posizione ne fa un ottimo punto d’appoggio tra il Sentiero delle Orobie occidentali e il Sentiero delle Orobie orientali .

Era la primavera del 2010 quando l’Ente Regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste (Ersaf) della Lombardia comunicò l’intenzione di costruire un nuovo rifugio nella foresta regionale di Azzaredo-Casù, in Alta Val Brembana. A quattro anni di distanza la struttura dovrebbe essere completata ed inaugurata entro l’estate.

Il progetto prevedeva di recuperare una baita oramai ridotta a rudere a quota 1964 metri, in località Azzaredo Alto nel comune di Mezzoldo. La struttura si trova tra il Monte Azzaredo, 2118 metri, e il Monte Tartano, 2289 metri, nonchè in un punto d’intersezione tra tra il Sentiero delle Orobie occidentali e il Sentiero delle Orobie orientali.

Una delle motivazioni che ha spinto la costruzione era infatti l’essere un punto d’appoggio tra i due sentieri, in modo da non costringere gli escursionisti a dover percorrere un tratto lungo diverse ore senza poter sostare in una struttura. La gestione dovrebbe essere affidata al Cai dell’alta Valle Brembana, il quale ha già proposto di intitolare il rifugio a Marco Balicco, ex sindaco di Mezzoldo.

Photo e news Ente Regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste della Lombardia (www.ersaf.lombardia.it)

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close