Ice climbing

Ghiaccio, iniziata la maratona dell’Ice World Cup 2014

Cheongsong_2013 - Photo courtesy Uiaa
Cheongsong_2013 – Photo courtesy Uiaa

GINEVRA, Svizzera — E’ iniziata con poco ghiaccio e un evidente dominio degli atleti del “reparto corse” della nota azienda italiana Grivel la coppa del mondo di ghiaccio Uiaa del 2014. Nelle due tappe già svolte a Chongsong in Corea e a Busteni in Romania, hanno infatti vinto i fratelli Tomilov e fra le donne Masha Tolokonina e Shin Woonseon, con Angelika Rainer però sempre sul podio.

A parte la mancanza di ghiaccio che ha costretto gli organizzatori a fare un po’ di miracoli sulla struttura, la prima gara del circuito svoltasi in Corea ha visto questa classifica: per gli uomini Alexey Tomilov si è piazzato al primo posto, seguito a ruota di Park Hee Yong coreano, e al terzo posto si è piazzato Maxim fratello di Alexey. Le donne sono state guidate da Masha Tolokonina, seguita dalla coreana Shin WoonSeon e subito dietro l’italiana Angelika Rainer.

Dopo soli 4 giorni la seconda tappa del circo bianco si è trasferita a Busteni Romania: una gara altamente stressante per tutti gli atleti che dopo il viaggio hanno dovuto gareggiare con orari quasi impossibili: la qualifica femminile è cominciata alle otto del mattino e le semifinali sempre femminili, sono iniziate alle otto di sera dello stesso giorno. E’ stata poi una tappa decisamente atipica sia per le condizioni meteo, che hanno limitato la presenza di ghiaccio “puro”, sia per lo strano andamento della gara, con risultati altalenanti che vanno dai 17 top nelle due vie di qualifica degli uomini, ai 7 atleti su 8 caduti durante la finale, con nessun top, come neanche nella finale femminile.

Maxim Tomilov ha vinto la gara maschile grazie al risultato ottenuto nelle semifinali, infatti non è riuscito a superare un passaggio impossibile proposto dai tracciatori russi, ed è letteralmente volato fuori dalla presa ben lontano dal top. Stessa sorte è toccata al Koreano Park Heeyong, anche lui caduto dalla stessa impossibile presa. Incredibile e meritatissimo il terzo posto dell’instancabile 48enne Sergey Tarasov, icona di questo sport e simbolo di longevità agonistica, acclamato dal pubblico e da tutti gli atleti, come una rockstar.

La gara femminile ha visto la meritata vittoria di Shin Woonseon, già seconda in Corea, che ora balza in testa alla classifica generale, incalzata dalla altoatesina del “Reparto corse Grivel” Angelika Rainer: suo l’ottimo secondo posto guadagnato correndo su tutta la via, dopo aver faticato nel risolvere un passaggio estremamente tecnico e delicato ad inizio pannello. Terzo posto per la russa Mariam Filippova, compagna di Maxim Tomilov. La gara di Speed maschile è stata annullata durante le finali, in quanto il ghiaccio non era più praticabile.

La prossima tappa della coppa del mondo di arrampicata su ghiaccio, si svolgerà la prossima settimana nel “mitico” parcheggio di Saas Fee, in Svizzera dove probabilmente ci sarà molto più ghiaccio. E poi Champagny en Vanoise 31gennaio-1 febbraio, la tappa italiana di Rabenstein 7-9 febbraio e il gran finale a Ufa in Russia 28 febbraio-2 marzo.

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close