AmbienteGreenGuideMedicina e benessereMostre e convegniNewsRicercaRifugiStoria dell'alpinismo

30mila anni di storia dei ghiacciai nel convegno dell'Unione meteorologica friulana

La locandina del convegno
La locandina del convegno

UDINE — Sarà dedicato interamente ai ghiacciai e alla loro storia di 30mila anni la conferenza annuale dell’Unione meteorologica del Friuli Venezia Giulia, in programma per sabato 16 novembre a Venzone, in provincia di Udine.

Durante la giornata di “Sottozero: 30mila anni di ghiaccio in FVG”, si succederanno diversi interventi per approfondire come, circa 20mila anni fa, il clima dell’area sia cambiato così radicalmente ed in poco tempo da diventare simile, ma in alcune fasi anche più caldo, a quello a cui siamo abituati ora. Si parlerà di permafrost, monitoraggio dei principali ghiacciai friulani, andamento delle precipitazioni nevose, catasto dei ghiacciai. Tra i diversi relatori che illustreranno le proprie ricerche, ci sono diversi nomi noti della glaciologia: da Claudio Smiraglia, docente al Dipartimento di Scienze della terra dell’università di Milano e responsabile del Catasto dei ghiacciai italiani, a Carlo Baroni, presidente del Comitato Glaciologico Italiano.

La cittadina scelta quest’anno per ospitare la conferenza non è solo uno dei simboli del Friuli e della pedemontana prealpina della storia recente, ma anche, spiegano gli organizzatori, “punto chiave nella storia geologica e glaciologica della regione, collocato com’è allo sbocco di quello che era il grande ghiacciaio tilaventino. Nelle ultime fasi di massima espansione glaciale, circa 25-22 mila anni fa, il ghiacciaio uscì dalle valli del Tagliamento e del Fella per sfociare nell’alta pianura assieme a tutto il suo carico di sedimenti che formeranno le colline moreniche che attualmente lambiscono la periferia settentrionale di Udine”.

Info WWW.UMFVG.ORG

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close