Cronaca

Valtellina, fungaiolo trovato vivo dopo due notti all'addiaccio

Soccorso Alpino (Photo courtesy of Wikimedia Commons)
Soccorso Alpino (Photo courtesy of Wikimedia Commons)

MORBEGNO, Sondrio — É stato ritrovato ieri mattina, dopo due notti all’addiaccio, un cercatore di funghi scomparso lunedì a Morbegno. Le urla del 74enne sono state udite da un cacciatore e i soccorsi sono intervenuti immediatamente.

Secondo i comunicati emessi dal Soccorso Alpino e Speleologico Lombardo (Sasl), due coniugi di Morbegno si erano avventurati lunedì tra i boschi del Monte Pitalone (1334 metri) per cercare funghi. Ad un certo punto si sono accordati per separarsi e incontrarsi poi in un punto stabilito e tornare a casa insieme. Il marito non ha però mai raggiunto la moglie, e la donna ha dato l’allarme.

I tecnici della VII Delegazione di Valtellina – Valchiavenna del Cnsas con i Vigili del fuoco, la Guardia di Finanza e la Protezione civile hanno immediatamente iniziato le ricerche del 74enne tra i boschi di Morbegno e del vicino comune di Talamona. Le operazioni di ricerca si sono rivelate senza esito fino a ieri mattina.

Un cacciatore si trovava a circa 1500 metri di quota nella zona di Madrera, nel territorio di Talamona, quando ha sentito le urla del disperso. I soccorritori sono giunti sul posto e lo hanno trasportato con l’ambulanza in ospedale per gli accertamenti del caso. Secondo le prime informazioni date dal Sasl, l’uomo era in buone condizioni, nonostante la stanchezza e il freddo per aver passato due notti all’addiaccio.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close