• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Pareti

Alpinisti a 7000 metri, tentativi di vetta in corso al GII e al Nanga Parbat

Nanga Parbat (photo nangaparbat2013.com)
Nanga Parbat (photo nangaparbat2013.com)

SKARDU, Pakistan — Sono in corso diversi tentativi di vetta in questi giorno sugli ottomila pakistani. Al Nanga Parbat l’unica spedizione rimasta sulla montagna è diretta in queste ore verso il loro sesto e ultimo campo prima di arrivare in cima dalla parete Rupal. Al Gasherbrum II il team Amical alpin ha superato i 7000 metri di campo 3, prevedendo di compiere l’ultimo atto della scalata domani. Al K2 invece, la spedizione svizzera di Mike Horn, Kobi Reichen e Fred Roux e il team basco di Alex Txikon avrebbero raggiunto quota 7000 ma dovrebbero tentare la cima nei prossimi giorni.

Il team romeno la Nanga Parbat sta salendo l’ottomila himalayano dalla via Schell, sul versante Rupal. Si tratta dell’unico team rimasto sulla montagna, dal momento che le tante spedizioni che affollavano il versante Diamir per salire dalla via normale (la Kinshofer) sono state evacuate a fine giugno a seguito dell’attentato terroristico che ha causato la morte di 11 persone. Gli alpinisti già lo scorso weekend avevano programmato il giorno di cima tra il 17 e il 19 luglio.

Secondo quanto si legge sull’ultimo post apparso ieri sul blog della spedizione, Zsolt Torok, Teo Vlad, Aurel Salasan e Marius Gane, hanno raggiunto il loro campo 5 a 7300 metri, dopo una salita difficile sotto venti forti. Il quinto membro della spedizione Bruno Adamcsek si è fermato ieri a 6800 metri, pensando di raggiungere il resto del gruppo oggi. Questa mattina gli alpinisti avevano intenzione di percorrere il traverso verso la vetta e di installare un campo intermedio finale per tentare la cima il 18 luglio. L’idea di fare il traverso con la luce e di montare un campo intermedio sarebbe stata suggerita al gruppo Cathy O’Dowd, l’alpinista neozelandese che ha partecipato l’anno scorso alla storica spedizione alla Mazeno Ridge, percorsa per la prima volta nella storia dagli scozzesi Rick Allen e Sandy Allan. La O’Down era scesa infatti dalla via Schell a poca distanza dalla vetta.

Anche al Gasherbrum II gli alpinisti dell’Amical alpin si trovano a oltre 7000 metri di quota e prevedono di tentare la cima nella giornata di domani. Il gruppo ha raggiunto ieri il campo 3, oggi dovrebbe essere arrivato a campo 4 a 7400 metri.

Infine al K2 la spedizione svizzera di Mike Horn, Kobi Reichen e Fred Roux è salita nei giorni scorsi fino a 7200 metri. Sulla pagina facebook di Horn sono state pubblicate alcune foto della salita, e una di loro di rientro al campo base. E’ possibile quindi che il team parta per il tentativo di vetta nei prossimi giorni. Lo stesso vale per la squadra del basco Alex Txikon, che ha raggiunto quota 7200 metri e potrebbe provare la cima intorno al 25 luglio.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.