• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpi e pareti, Alpinismo, Alta quota, Karakorum, Primo Piano

Uli Biaho, cambio in corsa per i Ragni di Lecco

Della Bordella e Luca Schiera (Photo ragnilecco.com)
Della Bordella e Luca Schiera (Photo ragnilecco.com)

LECCO — Cambio di programma per i Ragni di Lecco Matteo Della Bordella e Luca Schiera, che insieme a David Bacci e Silvan Schupbach stanno tentando di salire una via nuova, in stile alpino, sulla parete sud-est della torre di Uli Biaho, affascinante e vertiginosa big wall con la cima che tocca i 6109 metri nel cuore del Karakorum.

“I ragazzi sono tornati stanotte da due giorni di punta al campo avanzato – riferisce l’ufficio stampa dei Ragni -. Con le portaledge e tutto il materiale hanno provato ad andare sotto la parete, ma c’era un canale che scaricava e un traverso impossibile a farsi con carichi. Hanno quindi deciso di cambiare il piano originale, ora riposeranno 3 o 4 giorni al campo base e poi proveranno, senza portaledge, a salire in stile alpino vicino alla via di Giordani. I quattro stanno bene, sono motivati e di buon umore”.

L’Uli Biaho sorge vicino alle Torri di Trango. I Ragni avevano in programma di scegliere la linea di salita sul posto, ma il primo tentativo si è rivelato impossibile da percorrere. Ora tenteranno vicino a una delle due vie che esistono già sulla parete, una di Maurizio Giordani sullo spigolo Sud e una degli americani in centro alla parete.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.