Cronaca

Incidente durante esercitazione speleologica, soccorritore precipita in un pozzo

Gli speleologi del Cnsas riescono ad estrarre il proprio compagno dalla grotta (Photo courtesy of Cnsas Emilia Romagna/Cnsas Umbria/Ansa)
Gli speleologi del Cnsas riescono ad estrarre il proprio compagno dalla grotta (Photo courtesy of Cnsas Emilia Romagna/Cnsas Umbria/Ansa)

BRISIGHELLA, Ravenna — Un’esercitazione interregionale degli speleologi del Soccorso Alpino si è tramutata in realtà nella giornata di sabato. I tecnici erano infatti impegnati nell’Abisso Luciano Bentini, in provincia di Ravenna, quando uno di loro è precipitato nel secondo pozzo di una grotta, rimanendo ferito. I compagni sono riusciti ad estrarre il 47enne solo a tarda serata, dopo molte ore di lavoro.

L’Abisso Luciano Bentini è una delle grotte di rocce carsificabili presenti sul territorio dell’Emilia Romagna, più precisamente nel comune di Brisighella, in provincia di Ravenna. La grotta si apre a 400 metri di quota sulla Vena del Gesso Romagnola ed ha uno sviluppo di 1739 metri per un dislivello di 190 metri. Proprio qui sabato i gruppi speleologici del Soccorso Alpino di Emilia Romagna (Saer) e Umbria (Sasu) avevano deciso di effettuare un’esercitazione interregionale.

Dopo le 13 uno dei tecnici del Sasu si stava calando nell’Abisso Bentini quando, secondo le prime ricostruzioni comparse sui giornali locali, avrebbe perso l’appiglio sulla corda che impugnava. Il 47enne è precipitato per alcuni metri, atterrando alla base del secondo pozzo della grotta, a 50 metri di profondità. Il tecnico ferito è stato soccorso e medicalizzato dai compagni e dai tecnici della Commissione Medica Nazionale presenti per l’esercitazione.

Dopo essere stato stabilizzato sull’apposita barella per il soccorso in ambienti ipogei, il ferito è stato trasportato verso l’esterno grazie anche all’impiego di un particolare tipo di estricatore, studiato di recente dalla Commissione Tecnica del CNSAS, che permette di movimentare un infortunato mantenendo però bloccati il tronco e la testa. Le operazioni di recupero si sono concluse poco prima delle 23. All’ingresso della grotta il 47enne è stato preso in carico dall’ambulanza che lo ha trasportato all’ospedale Bufalini di Cesena dove gli sarebbero state diagnosticate contusioni alle caviglie, alla spalle destra e alla parte destra del torace.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close