Storia dell'alpinismo

Lecco, i Ragni danno l'addio ad Annibale Zucchi

LECCO — Protagonista della storica prima salita alla sud del McKinley, autore di numerose vie nuove sulle Alpi e compagno di Cassin sulla via nuova alla ovest dello Jirischanca. Ecco chi era Annibale Zucchi, spirato la notte scorsa all’ospedale di Lecco: un pilastro storico dell’alpinismo italiano e del Gruppo dei Ragni di Lecco.

“La sua attività alpinistica dal 1950 al 1970 è senza sosta – scrivono i Ragni nel comunicato che annuncia la sua scomparsa -, dal Cervino alle Dolomiti del Brenta traccia nuove vie, con la classica discrezione e modestia del suo carattere. Fu uno dei protagonisti assoluti della scena internazionale, grazie a tante imprese tra le quali l’epica conquista con i “Ragni” della parete Sud del Mc Kinley nel 1961 e nel 1969 la via nuova sulla parete ovest dello Jirischanca. Tutti i Ragni con dolore, si accostano alle esequie che si terranno giovedì 4 aprile alle 15,30 presso la chiesetta dei Resinelli”.

Proprio ai Resinelli Zucchi, originario di Mandello del Lario, si era ritirato a trascorrere gli ultimi anni della sua vita.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close