• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Lecco, gran serata con Alberto Inurrategi

immagine

LECCO — Alberto Inurrategi, quarto uomo al mondo ad aver salito tutti e 14 gli ottomila, reduce dal tentativo in stile alpino di salire l’Everest dal terribile Hornbein Colouir, sarà stasera a Lecco, ospite di una serata organizzata dal Gruppo Gamma.

L’alpinista basco ha completato la scalata di tutti e 14 le cime oltre gli ottomila metri a soli 31 anni, impiegandone poco più di 10. Lo ha fatto con uno stile impeccabile e un’invidiabile tecnica, passando attraverso fatiche, speranze, gioie e dolori.
 
Come quello che gli è piovuto addosso quando ha perso il fratello e compagno di cordata Felix Inurrategi, durante la scalata al sul Gasherbrum II. Insieme avevano scalato i primi dodici ottomila, tutti senza ossigeno e su vie molto tecniche, in giovanissima età. Il trauma interruppe, per qualche tempo, la corsa agli 8.000 di Alberto, conclusasi poi con pieno successo nel 2002.
 
Solo la presenza di un fuoriclasse come Inurrategi dovrebbe lasciare a bocca aperta tutti gli appassionati di alpinismo. Ma stasera, in Sala Ticozzi, a stupire ci sarà anche il film che racconta le sue storiche imprese himalayane, vissute insieme al fratello, e il dolore della separazione. La pellicola, dal titolo "Our Himalayas", fa seguito a "Yours Himalaya", premiata sia al Cervino international Filmfestival che al Festival di Trento.
 
L’appuntamento è, come al solito, alle 21 in sala Ticozzi a Lecco (ingresso 5 euro).
Inurrategi è il secondo protagonista della tradizionale serie di appuntamenti alpinistici organizzata dal Gruppo Gamma. Per la prossima serata alpinistica dei Gamma bisognerà aspettare ottobre. Il giorno 18 saranno ospiti Kurt Astner e Christoph Heinz.
 
Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.