AlpinismoAlta quota

Confortola verso il Manaslu con scarponi speciali

Confortola in partenza (Photo courtesy www.marcoconfortola.it)
Confortola in partenza (Photo courtesy www.marcoconfortola.it)

KATHMANDU, Nepal — E’ partito il 5 settembre dall’Italia alla volta del Manaslu, 8.167 metri. E’ determinato l’alpinista valtellinese Marco Confortola, che ritenta la scalata di un ottomila dopo il tentativo al Dhaulagiri della scorsa primavera.

Confortola ha salito 6 ottomila, tutti prima della tragica esperienza del 2008 sul K2, dove è sopravvissuto al crollo di un seracco ad ottomila metri che ha provocato la morte di ben 11 alpinisti. Da quel tragico incidente Confortola è uscito con dei gravi congelamenti ai piedi che lo hanno costretto all’amputazione di tutte le dita.

L’infortunio lo ha fermato solo per pochi mesi. Poi Confortola ha voluto tornare in Himalaya, per tentare il Lhotse e il Dhaulagiri, purtroppo senza successo. Entrambe le volte ha dovuto rinunciare per il freddo ai piedi.

Ora ci riprova con il Manaslu (8.163 metri), conosciuto anche come Kutang “montagna dello spirito”. Come riferisce il suo sito web, l’alpinista stavolta è “armato” di un nuovo paio di scarponi creati su misura dalla Scarpa. Confortola affronterà la scalata insieme allo Sherpa Pasang.

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Ho sentito che saranno degli Scarponi che la Scarpa poi mettera’ in produzione ….ben venga che a testarli sia una perona che se ne intende. Sicuramente la ricerca dei materiali per evitare congelamenti, io personalmente, l’approvo. Nulla di male, anzi !!! Tanta gente ha subito congelamenti e non lo si sa’. Quindi tutte queste persone non dovrebbero piu’ andare in montagna ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close