AlpinismoAlta quota

Manaslu, Mondinelli a campo 1: zero termico a seimila metri

KATHMANDU, Nepal — Non è solo l’Italia a patire un caldo anomalo. A quanto pare anche in Himalaya le temperature sono a livelli insoliti: a raccontarcelo è Silvio “Gnaro” Mondinelli, che si trova a campo 1 del Manaslu (8.163 metri) con i suoi compagni Christian Gobbi, Alberto Magliano ed Enrico Dalla Rosa.

“C’è poca neve – racconta Mondinelli – è molto strano per l’autunno in Himalaya: di solito dopo il monsone le montagne sono imbiancate. Quest’anno no. E fa un caldo pazzesco: ieri lo zero termico era dato a 6000 metri. Per quanto riguarda le condizioni della salita, per ora possiamo dire che è meglio. Poi salendo vedremo come saranno i pendii più in alto”.

Mondinelli è salito al campo base del Manaslu nei giorni scorsi, dopo il viaggio con 7milamiglialontano che lo ha portato dall’Italia al Nepal via terra per donare un fuoristrada all’ospedale di Malekhu costruito dall’Associazione Amici del Monte Rosa.

Grazie al meteo favorevole e alle ottime condizioni della via di salita, il gruppo ha già iniziato la salita e pernottato a campo 1.

“Il campo base è affollatissimo – racconta Mondinelli – è pieno di spedizioni commerciali. Molte erano dirette al Cho Oyu, ma a causa della chiusura del Tibet hanno ripiegato sul Manaslu e stanno arrivando qui. La via di salita è già in parte attrezzata e credo che se il meteo lo permetterà, faranno in fretta ad arrivare le prime cime”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close