Outdoor

Skialp Vertical: Alta Valtellina pigliatutto

immagine

BRUSSON, Aosta — Lo Sci Club Alta Valtellina fa cinquina in Valle d’Aosta, alla prima edizione dei campionati italiani di vertical. Il sodalizio sondriese ha impressionato centrando ben 5 primi posti ed eleggendo  campioni italiani 2007 i senior Roberta Pedranzini e Guido Giacomelli (nella foto).

Sulla pista  “Palasinaz” di Estoul Brusson si è tenuto domenica il Campionato italiano Vertical, una gara individuale di sola ascesa con le pelli di foca. 
 
Il valtellinese Guido Giacomelli si è aggiudicato il titolo nazionale passando la finish line nel tempo di 35’17”4, impiegati per percorrere i circa 900 metri di dislivello.
 
Alle sue spalle un terzetto griffato Centro Sportivo Esercito: secondo, con pochissimo distacco dal vincitore, Manfred Reichegger (gap di 1 secondo e 5 centesimi), terzo Dennis Brunod a poco più di un minuto, e quarto Denis Trento, a 1 minuto e 24 centesimi. Al quinto posto l’altoatesino Hansjorg Lunger, con un distacco di 1 minuto e 35 secondi.
 
"Sono subito partito forte cercando di prendere di sorpresa i miei avversari – ha dichiarato la stella dello Sci Club Alta Valtellina, Guido Giacomelli -. Sul finale sono un poco calato e Reichegger si è rifatto sotto. Anche se di poco, sono comunque riuscito a spuntarla".
 
Tecnica opposta, ma comunque vincente, quella di Roberta Pedranzini nel settore femminile. Dopo l’argento iridato di specialità, la campionessa bormina ha quindi confermato di saperci fare nelle crono in pista. "Gloriana Pellissier parte sempre fortissimo – ci ha raccontato -. Io ho preferito andare con il mio passo cercando una costante progressione. Prima di metà gara l’ho raggiunta e sorpassata".
 
Per la Pedranzini, un tempo di 43 minuti, 4 secondi e 5 centesimi, che le ha permesso di tenere dietro Gloriana Pellissier del Centro sportivo Esercito, a 1 minuto e 05. Bronzo alla bergamasca Michela Benzoni, attardata di 2 minuti e 45 secondi.
 
Nella categoria Espoir, vittoria di Lorenzo Holzknecht, in 37’42”8, che con questo riscontro cronometrico si classifica ottavo assoluto. Anche in questa categoria a seguire c’è una coppia del Centro sportivo Esercito: Matteo Eydallin, a 1 minuto e 49 dal primo, e Marco Majori, a 3 minuti e 33 secondi.
 
In campo femminile, sempre under 23, una piacevole sorpresa sul gradino più alto del podio: la valtellinese Elisa Fleischmann alla sua prima partecipazione ad una gara importante, centra la vittoria, portando la quarta medaglia d’oro della giornata allo Sci Club Alta Valtellina. Seconda la fassana Tamara Lunger (51’35”7) e terza  la nazionale Fabienne Chanoine (Sc Valdigne MB), che accusa un ritardo di 1’29”7.
 
Nei Master, bella vittoria di Giuseppe Ouvrier, dello Sc Gran Paradiso, al traguardo in 41 minuti e 41 secondi, davanti al bergamasco Martino Cattaneo, a 9 secondi di distacco, e terzo Carlo Chabod (Sc Corrado Gex) a 2’55”5. In campo femminile, la vittoria va alla piemontese Annamaria Garelli, giunta al traguardo in 55’21”0, davanti a Giovanna Vego Scocco (Sc Valpelline; a 40 secondi).
 
Infine, negli Junior, vittoria al friulano Giuseppe Della Mea in ex-aequo con il cadetto sondriese Fabio Andreola (25’44”9). Tra le donne la vittoria va alla spagnola Mireia Varela, in 32’27”5, seconda Muriel Lavy (Sc Corrado Gex), in 46 minuti e 50 secondi.
 
Luca Salini
 
 Foto: courtesy of www.skimo.org

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close