Alpinismo

Special video edition: Dave Graham

immagine

BERGAMO — Cari lettori e appassionati di arrampicata, Montagna.tv vi regala un’altra edizione speciale di video dedicati ai vostri beniamini. Dopo il compianto Dan Osman e lo straordinario Chris Sharma è la volta di un altro fuoriclasse dell’arrampicata: l’americano Dave Graham.

Classe 1981, Graham nasce e cresce nello stato del Maine. Ma le sue caratteristiche di arrampicatore assolutamente fuori dal comune vengono a galla presto. Nella primavera del 1998, scala il suo primo 5.14a: The Present.
 
Il ragazzino prodigio punta in alto e diviene subito famoso, nel 2000, per la sua prima su The Fly (9a/5.14d or 8B/+) a Rumney, nel New Hampshire.
 
E’ proprio a Rumney che Graham va a vivere insieme a quella che diventerà un’elite di arrampicatori che comprende anche gli amici Luke Parady e Joe Kinder. I tre ragazzi confrontano le loro tecniche, apprendono ogni giorno l’uno dall’altro e sviluppano il loro talento. Sul "campo d’allenamento" di Rumney, Graham compirà presto altre imprese come quelle su China Beach (5.14b), Jaws (5.14b/c), e Livin’ Astro (5.14c).
 
Noto per l’incredibile forza delle sue dita, Graham apre moltissime vie, raffinando di pari passo la sua tecnica e creando uno stile molto personale. Il suo modo di arrampicare, disarticolato e ricco di contorsioni è uno spettacolo imperdibile per gli spettatori. Ma è frutto di un talento del tutto naturale e per questo inimitabile.
 
Dopo il liceo, Graham lascia gli Stati Uniti e viene a vivere in Europa. La sua attività è ormai interamente dedicata alle scalate. Il 21 maggio del 2001, Graham ripete la via "Action Directe" nel Frankenjura, Germany. Action Directe (aperta da Wolfgang Güllich nel settembre del 1991) è stata la prima via di difficoltà 9a, è ed ancora oggi considerata il termine di riferimento per questo grado.
 
Graham è sempre più lanciato. Il 31 gennaio del 2002 ripete Dreamtime (8B+/V14) aperta da Fred Nicole a Cresciano, in Svizzera. Poi tocca alla prima salita di "Ba,ba black sheep", un 8c+ a Céüse, in Francia, a pochi passi da un altro mito dell’arrampicata: Realization.
 
Gli anni successivi porteranno grandi successi, fra vie nuove, ripetizioni e la passione per il bouldering. E anche alcune correzioni ai gradi dichiarati. Per sei anni Graham arrampicherà un po’ in tutta Europa. Ascensioni che culmineranno con la prima salita su "Coup de Grace" in Ticino a cui l’americano propose il grado 9a+/5.15a.
 
Nei primi mesi del 2006, Graham torna negli Stati Uniti a visitare la "mecca" del boulder di Hueco Tanks, in Texas, dove risolverà di nuovo alcuni dei suoi problemi più difficili e stabilirà nuove linee. Insieme a Chris Sharma, Graham lavorerà a un nuovo progetto denominato "The Land Before Time", un 8B che verrà aperto proprio da Graham il 17 febbraio del 2006.
 
L’americano poi tenterà di risolvere Terremer (v15) – un problema già affrontato da Nicole – e il collegamento con "Diaphanous Sea" (V12) e "Terre de Sienne". Ma si procurerà uno strappo e una ferita alle dita e non riuscirà nell’impresa.
Dopo alcuni mesi di stop, Graham torna alla grande con la prima ascesa di "Scarred for Life" a Fionnay, in Svizzera. Si tratta di un complesso problema di boulder targato 8B+. Come altri arrampicatori, fra cui lo stesso Sharma, Graham resta affascinato dalla Spagna. E così, ecco nei mesi scorsi la terza salita su "A Muerte (8c+9a) a Siurana. Dello stesso viaggio faranno parte anche Chris Sharma, Dani Andrada, Yuji Hirayama e Edu Marin. E proprio da quel tour usciranno le strepitose ripetizioni di Marin e Sharma su La Rambla.
 
E ora gustatevi i video di Graham
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close