Outdoor

Skialp, Vertical Race in Val d’Ayas

immagine

BRUSSON, Aosta — Sarà la Val d’Ayas a far da cornice al primo Campionato italiano Vertical Race, in programma per domenica 18 febbraio. Quasi tutti i big nazionali dello scialpinismo si sfideranno all’ombra della conca di Palasinaz, del Monte Bianco, del Cervino e dell’intero gruppo del Rosa.

La gara si svolgerà su circa 900 metri di dislivello di sola ascesa per le categorie senior ed espoir, mentre per gli junior i metri di dilsivlello saranno ridotti a poco meno di 600. I senior partiranno dalla seggiovia Palasinaz (1700 metri di quota) per arrivare il prima possibile all’anticima del Monte Bieteron (2590 metri). I giovani, partiranno invece dalla seggiovia Palasina (1700 metri) e concluderanno la prova alla Baita Literan (2273 metri).
 
Lo scorso anno il vincitore del primo Contest di Vertical Race fu Hansjorg Lunger (Bela Ladinia). L’atleta altoatesino, con quella vittoria, si conquistò l’accesso in Nazionale. Questo risultato, insieme all’infortunio subito da Mirco Mezzanotte, permise infatti a Lunger di iniziare la stagione agonistica con Guido Giacomelli. Una stagione veramente superlativa, culminata con la loro vittoria in Coppa del Mondo a coppie.
 
Molto probabilmente, però, Lunger non sarà al via di questa kermesse, che non ama particolarmente. Ci saranno invece gli altri big nazionali.
 
Gli atleti del corpo sportivo dell’Esercito, dopo la battuta d’arresto dello scorso week-end alla Transclautana, dovranno dimostrare, in casa, di esserci. Vedremo chi la spunterà tra Brunod e Reichegger, visto che stavolta non è una gara a coppie ma una competizione individuale.
A contendere il podio sarà ancora una volta il valtellinese Guido Giacomelli. Apparso molto in forma già da inizio stagione nelle gare individuali, Giacomelli durante un test settimanale al Trofeo Palancana in Valdidentro ha rifilato oltre 1 minuto al bravissimo Claudio Ruffalini.
Da non dimenticare l’altro senior Denis Trento, che nelle ultime gare internazionali ha sfoderato uno stato di forma invidiabile.
 
Un altro scontro interessante sarà quello delle Valtellinesi "volanti" Francesca Martinelli e Roberta Pedranizini, che dovranno contendere la prima piazza alla locale Gloriana Pellissier, apparsa veramente in grande spolvero la scorsa settimana in Val d’Ossola.
 
Negli espoir, saranno assenti sia Mattia Coletti, sia Bruno Mottini. Ci penseranno però Lorenzo Holznecht e Matteo Eydallin ad animare la gara: due under 23 che sicuramente infastidiranno anche i migliori senior.
 
Nel settore femminile, Tamara Lunger, che alla Transclautana ha staccato di oltre 10 minuti le pari età nazionali, dovrà dimostrare definitivamente la sua superiorità per scalzare una delle due ed entrare tra i convocati dei prossimi Europei.
Ancora non siamo riusciti a verificare gli ordini di partenza degli junior, ma se saranno presenti Michael Molig e Sigmund Thaler, la vittoria potrebbe essere loro appannaggio.
 
In conclusione, ancora una volta l’asse dello sci alpinismo Nazionale sarà improntato sulle sfide al vertice tra gli atleti del corpo sportivo dell’esercito e quelli dell’Alta Valtellina.
 
 
Luca Salini
Per informazioni e iscrizioni visita il sito dello Sci Club Brusson

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close