Outdoor

Skialp, C. Italia: è ora della Tre Signori

immagine

PREMANA, Lecco — Un percorso variato, per inseguire la neve sfuggente di questa stagione, ma sempre di alto livello tecnico. E’ così che si presenta la storica scialpinistica del Pizzo Tre Signori, gara a coppie valida per la Coppa Italia, che si disputerà domenica 11 febbraio tra le creste dell’Alta Valsassina. 

La prima novità della 29esima edizione della gara si propone già in partenza. Il via delle ostilità verrà infatti dato all’Alpe Paglio (1358 metri) invece che all’Alpe Forni, per evitare estenuanti ed inutili trasferimenti a piedi. 
Gli atleti dovranno risalire parte della pista per raggiungere il Monte Cimone (1801 metri). Poi, passando per il Lares Brusàa, gli atleti raggiungeranno la località Laghitt (1950 metri) lungo la cresta che separa la Valvarrone dalla Val Biandino.
Una discesa fino all’Alpe Barconcelli conduce alla seconda, ripida salita, nel canalino che porta al Pizzo Cornagiera (2050 metri). Da qui si ridiscende e si ritorna al Monte Cimone per poi raggiungere il traguardo, fissato nella zona del Pian delle Betulle. 
Nel complesso, il percorso prevede 1450 metri di dislivello, con diversi saliscendi tecnici e passaggi in cresta che obbligano gli atleti a togliere gli sci e sfoderare le capacità alpinistiche.
La gara è valida come seconda prova per la Coppa Italia, che dopo il Trofeo Sci Club Vetan del gennaio scorso vede al comando della classifica gli atleti dell’esercito Dennis Brunod e Manfred Reichegger, che l’anno scorso trionfarono anche alla Pizzo Tre Signori. 
 
Sia gli atleti dell’Esercito che tutti gli altri nazionali saranno però assenti, in quanto la “solita” gestione Federale dei calendari non ha considerato che nello stesso week-end ci sarà sempre  in Italia una gara di Coppa Europa.
 
Lotteranno comunque  per la vittoria squadre di primissimo piano, anche se i team maggiormente accreditati saranno quelli che la scorsa domenica si imposero alla Transcavallo nel bellunese, Mirco Mezzanotte e Daniele Pedrini (Bela Ladinia – Alta Valtellina) e Davide Spini Matteo Eydallin (Esercito)  
La gara è organizzata dall’effervescente gruppo dell’A.S. Premana con la collaborazione del CAI di Premana, e dei volontari delle sezioni locali del Soccorso Alpino e della Croce Rossa. 
 
 
Sara Sottocornola
 
Per maggiori informazioni, www.aspremana.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close