Outdoor

Mondiali, supercomb: vittoria a sorpresa

immagine

AARE,Svezia — Che delusione. Dopo la vittoria di Patrick Staudacher nel supergigante mondiale ci avevano sperato tutti, in un bis azzurro. Invece ieri la supercombinata maschile di Aare è andata allo svizzero Daniel Albrecht, e gli italiani non sono arrivati nei primi dieci.  

Una vittoria a sopresa quella dell’elvetico, che finora in Coppa del Mondo aveva ottenuto solo due quarti posti, a Wengen nel 2005 e a Beaver Creek lo scorso dicembre. Albrecht, settimo nella discesa del mattino, ha preceduto di soli 8 centesimi l’austriaco Benni Raich su cui erano puntati i favori del pronostico.
 
Raich è sceso fra i paletti in maniera strepitosa. Ma ha pagato il forte ritardo accumulato nella discesa e si è dovuto accontentare dell’argento. Per lui è comunque la decima medaglia tra Olimpiadi e Mondiali.
 
Bronzo per l’altro svizzero Marc Berthod, il più accreditato dei rossocrociati, che ha chiuso la sua gara 24 centesimi dal vincitore. Ottima, nel complesso la prestazione degli elvetici che hanno piazzato Didier Defago al quarto posto e Silvan Zurbriggen all’ottavo, dietro Aksel Lund Svindal e Bode Miller.
 
Male gli azzurri. Peter Fill ha chiuso al 13esimo posto, perdendo quattro posizioni rispetto alla discesa. Staudacher, invece, si è dovuto accontentare del 19esimo posto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close