AlpinismoAlta quota

Lutto nell’alpinismo, è morto Mario Merelli

Mario Merelli
Mario Merelli

Updated – BERGAMO — E’ caduto sotto il Torrione Curò Mario Merelli. Il famoso alpinista di Lizzola  ieri mattina intorno alle 8 è stato colpito da un masso mentre scalava la Punta Scais dal versante valtellinese: il sasso l’ha fatto precipitare per 300 metri e il suo corpo senza vita è stato recuperato dai soccorritori in fondo alla Vedretta di Scais.

L’incidente è accaduto alle 8 di ieri mattina. Merelli si trovava insieme a Paolo Valoti, ex presidente del Cai di Bergamo, sulla Punta Scais, pare che volessero compiere il concatenamento con il Pizzo Redorta.

Alle 2.30 del mattino avevano raggiunto il rifugio Coca, da dove erano poi ripartiti alle 6.30. Anziché percorrere la cresta, per raggiungere il torrione Curò si erano diretti sul versante valtellinese, lungo il canalino alla base del torrione. Poi alle 8 il sasso l’ha colpito facendolo precipitare per 300 metri nel vuoto, provocandone la morte.

Merelli era nato a Vertova, aveva 49 anni e abitava a Lizzola. Aveva all’attivo 10 ottomila e insieme a Valoti negli ultimi giorni del 2011 aveva effettuato concatenamento del Pizzo Recastello e del Pizzo Coca in 19 ore.

Tags

Articoli correlati

25 Commenti

  1. Sono basita. Ricorderò sempre la sua calma, gioia di vivere e amore per le montagne. Condoglianze alla moglie e alla famiglia.

  2. Una grave perdita per l’alpinismo e tutta l’umanità, esempio di grande intelligenza, forza e umiltà, le mie profonde condoglianze alla moglie e tutta la famiglia ciao Mario

  3. Ci siamo visti l’ultima volta sabato mattina a Lizzola e come sempre ci hai accolto con la tua grande cordialità e simpatia. Ci avevi parlato del tuo progetto odierno di concatenare Redorta e Scais e ci avevi anche scherzato sopra con la solita allegria di sempre. Resto attonito davanti a tanto sgomento per una disgrazia così inaspettata. Bergamo e tutto il mondo alpinistico perde una delle figure più forti e vitali. Un abbraccio a Mireja e ai familiari in questo triste momento.

  4. Ciao Mario, uomo ammirevole. Dall’alto dei cieli, al fianco del buon Dio, guida i nostri passi sulle cime che tu amavi tanto.

  5. ciao mario. io non ti conoscevo di persona ma molti miei amici si. perciò ho sempre saputo come sei. una persona fantastica e sincera e un grande, vero alpinista. un abbraccio a te e ai tuoi cari. namaste.

  6. addio mario… tutti nascono con le ali, solo chi sogna impara a volare. no non è un addio ma un arrivederci ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close